Search here:

Pavia è un vero scrigno d’arte: città d’arte nel cuore della fertile pianura padana è strategicamente costruita a lato del Ticino l’antica capitale dei Longobardi.

Scelta nel VII secolo dai Longobardi per la sua posizione strategica come capitale del loro Regno è poi nel XIV secolo che forma il suo volto più noto quando i Visconti, duchi di Milano, vi fondano nel 1361 una delle più antiche Università italiane nota per le facoltà di diritto e medicina che ancora oggi richiama molti studenti e il coevo Castello che oggi ospita la Pinacoteca Malaspina con importanti dipinti di epoca Rinascimentale.

Poco distante dal Castello si  trovano alcune delle chiese più importanti della città come la romanica San Pietro in Ciel d’oro che fu fondata secondo la tradizione dal re longobardo Liutprando per ospitare le reliquie di S. Agostino  ancora qui custodite  sopra l’altare maggiore.

Continuando il percorso verso sud lungo Strada Nuova che costeggia l’Università si raggiunge il Duomo famoso per l’enorme cupola al cui progetto lavorò, tra i primi, anche Donato Bramante.

Proseguendo nella passeggiata si giunge al monumento religioso più noto che vide incoronato Federico Barbarossa nel 1155, la romanica  Basilica di San Michele caratterizzata dalla bella facciata “a vento” e si termina con il Ponte Coperto sul Ticino uno degli scorci più celebri di Pavia.

In abbinamento alla visita guidata a Pavia: la Certosa di Pavia

 

Si trova a 10 Km a nord di Pavia ed è uno dei monumenti religiosi più belli d’Italia e che da sola vale una visita.

La costruzione inizia alla fine del Trecento per volere di Gian Galeazzo Visconti che la volle come Mausoleo per sé e per la sua famiglia.

Il complesso della Certosa, ancora officiata dai monaci, proseguì senza soste nella costruzione per tutto il Quattrocento e Cinquecento quando fu terminata anche la stupefacente facciata in marmi policromi e il corpo centrale al cui interno si trovano i monumenti funebri di Beatrice d’Este e di Ludovico il Moro.

Ancora integri i due chiostri (XV sec.) quello più piccolo caratterizzato dall’esuberanza delle decorazioni in cotto e quello più grande dove si trovano le celle dei certosini.

Informazioni sulla visita guidata a Pavia

Situata a sud di Milano dista dal capoluogo  45 km. In autostrada si raggiunge percorrendo la A7 in direzine di Genova fino all’uscita Bereguardo- Pavia Nord; poi con lA53 fino all’uscita Pavia –via riviera.

In treno dalla Stazione centrale con i treni intercity si raggiunge in 20 minuti circa.

No Comments

Post a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi