Search here:

Anche per questa primavera le mostre a Palazzo Reale di Milano rappresentano il cuore espositivo di tutta la città.

Da molti anni infatti Palazzo Reale ospita, organizza e gestisce alcune tra le più importanti mostre italiane. Un lavoro che è stato premiato  dal pubblico che partecipa sempre più numeroso alle diverse proposte.

Gli ultimi successi della stagione passata ne sono stati una dimostrazione esemplare. Basti pensare alle cinquantamila presenze della mostra dedicata ad “Escher”. Oppure, nonostante il freddo di questo inverno, alle lunghe file per visitare la mostra dedicata a “Hokusai, Hiroshige e Utamaro”.

La grande varietà di proposte ha contribuito a rendere Milano una città sempre più ambita nel panorama turistico europeo, garantendole la medaglia d’argento al Best European Destination 2017 (per approfondire clicca qua)

Un ruolo centrale nella fortuna dei percorsi espositivi delle Mostre a Palazzo Reale di Milano è dato soprattutto dalle eccellenti collaborazioni. Ai grandi nomi dei curatori  si affiancano architetti di fama internazionale che ne curano gli allestimenti.

Le mostre dedicate a “Keith Haring. About Art” , a “Manet e la Parigi Moderna” a ” Arte e spiritualità in Italia” e a “Charlotte Salomon. Vita? Teatro?”  sono un’esemplificazione dell’autorevolezza dei curatori, del rigore scientifico e delle collaborazioni con le prestigiose istituzioni internazionali. Un programma che sottoliena sempre più la vocazione europea di Milano.

Di seguito le principali mostre a Palazzo Reale di Milano per questa primavera.

Keith Haring. About Art    

 

 

 

 

 

 

 

 

L’esposizione “Keith Haring. About Art” conta 110 opere alcune delle quali mai esposte in Italia.

Durante la conferenza stampa si è tenuto a precisare che l’obiettivo di questa mostra è dimostrare che la lettura del lavoro di Haring va fatta esclusivamente alla luce della sua ricerca estetica. Per questo motivo molte delle sue opere sono accostate a quelle di autori diversi cui l’artista

 

 

si è di volta in volta ispirato e che poi ha reinterpretato.

Haring è stato uno degli artisti più influenti della seconda metà del Novecento, famoso sopratutto per essere un modello di quella contro cultura che sfidava il pensiero dominante. L’allestimento della mostra mette in evidenza tutte le spigolature dell’opera di Haring.

 

Manet e la Parigi moderna   

 

 

 

 

 

 

 

“Manet e la Parigi Moderna” espone opere che arrivano principalmente dalla prestigiosa collezione del Musèe d’Orsay di Parigi alcune esposte per la prima volta in Italia. La Mostra si concentra sul rapporto tra l’artista e la sua Parigi attraverso i vari generi pittorici a cui l’artista si dedicò: dal ritratto alla natura morta, dal paesaggio alle donne, in un momento in cui la città da lui tanto amata veniva rivoluzionata sia dalle grandi Esposizioni Universali sia dall’ espansione urbana che ne modificò il cuore e l’anima.

 

Charlotte Salomon. vita? Teatro?

Arrestata dalla Gestapo e condotta ad Auschwitz dove trova la morte, Charlotte Salomon, giovane artista ebrea berlinese rifugiata a Nizza, affida il racconto di tutta la sua vita a centinaia di tempere, di cui la mostra propone un’ ampia antologia.
La straordinaria carica espressiva dell’artista proietta la sua autobiografia sullo scenario più tragico del Novecento.

 

No Comments

Post a Comment

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi